Cestini di vimini…senza vimini

Avete presente i cestini di vimini? Quelli intrecciati  che vengono fatti e venduti un po’ dappertutto? Ecco. Io li avevo fatti la prima volta a 8 anni in un centro ricreativo estivo, molto carini e abbastanza semplici da fare, ma il vimini? Il vimini si deve comprare, o si devono trovare i salici da cui viene recuperato…

Però sono tanto belli, e sbirciando qua e là su internet abbiamo trovato una valida alternativa al vimini: i quotidiani vecchi!

Materiale necessario: vecchi quotidiani, 2 dischi di cartone (quello degli scatoloni), colla, tempera, uno stuzzicadenti di quelli lunghi.

Prendete i quotidiani e tagliate i fogli interi a metà (2 pagine di quotidiano praticamente) e poi ancora a metà, in modo da avere per ogni foglio 4 strisce verticali lunghe di carta.

Prendete una delle strisce ottenuta, posizionate lo stuzzicadenti lungo in un angolo e cominciate ad arrotolare la carta, avendo l’accortezza di stringere abbastanza intorno allo stuzzicadenti, e di lasciarne fuori un pezzetto per poterlo poi estrarre.

1

Arrivati alla fine della carta, mettete della colla vinilica sull’ultimo lembo di carta e finite di arrotolare. Togliete lo stuzzicadenti. Dovreste ottenere delle cannucce di carta.

32

Tagliate poi due dischi di cartone della stessa dimensione, Il diametro del disco di cartone determinerà la grandezza della base del vostro cestino.

4

Prendete uno dei dischi di cartone e incollate le cannucce intorno come fossero dei raggi. La distanza delle cannucce deve essere di circa 1 cm e mezzo / 2 l’una dall’altra. Il numero delle cannucce DEVE essere dispari! Una volta incollate mettete ulteriore colla sopra ogni cannuccia e un po’ di colla al centro del disco, e posizionate sopra il secondo disco di cartone, avendo l’accortezza di posizionarlo esattamente sopra l’altro. A questo punto posizionate un peso sopra i dischi di cartone e aspettate 5 minuti in modo che la colla asciughi bene.

5

Una volta asciugata prendete una cannuccia e fissatela in un punto qualsiasi sul perimetro del disco con della colla e poi cominciate ad intrecciarla intorno alle cannucce raggi passando davanti ad una cannuccia e dietro quella successiva, davanti e dietro, e continuando così fino a raggiungere l’altezza desiderata del cestino. Quando la cannuccia termina, prendetene una seconda, infilatela ben bene dentro la prima e continuate ad intrecciare.

6

Una volta raggiunta l’altezza desiderata, tagliate le cannucce verticali all’incirca al doppio dell’altezza del cestino, e poi procedete a fissarle.

Le cannucce che risultano verso l’esterno andranno piegate all’interno e incollate al cestino, quelle che risultano verso l’interno andranno piegate all’esterno, incastrate nell’intreccio ed eventualmente fissate con un po’ di colla.

7 8

Ed ecco finito il vostro cestino di vimini 🙂

Potete poi colorarlo con della tempera, e decorarlo con fettucce, nastrini o altro, a vostro gusto.

911 10

Noi vi proporremo in uno dei prossimi articoli delle decorazioni fatte con le pigne.

Riciclare tutto!

Carta, cartoncino, colla, forbici, nastri di regali ricevuti, borse di carta e plastica, vecchi quotidiani e riviste, tappi di sughero, lampadine bruciate… Non si butta via nulla, e qualunque oggetto di per sè insignificante può diventare un piccolo capolavoro. Fotolia_14455062_S albero fiorato L’unica cosa che serve è un po’ di fantasia, tanta pazienza e soprattutto non arrendersi se i risultati non sono quelli che sperate! Potete creare oggetti economici, idee regalo, e pasti degni di un ristorante di prima classe! Vogliamo proporvi ricette facili ed economiche, spunti interessanti per decorare la vostra casa, far divertire i vostri bambini e fare degli splendidi regali di artigianato “povero”. Pian piano aggiungeremo quello che abbiamo già fatto e le nuove creazioni che abbiamo creato prendendo spunti da internet e dalla nostra fantasia! Alcune cose le abbiamo dovute comprare (ma sempre a prezzi bassi) ma la maggior parte delle cose…arriva dalla spazzatura 🙂