Alberelli di Natale segnaposto

Nonostante mia sorella mi abbia cortesemente disillusa sul Natale quando avevo solo 4 anni…, mi è sempre rimasto un enorme spirito Natalizio. Tutti gli anni infatti cerco qualcosa per abbellire la tavola, per dare quel qualcosa in più, di allegro colorato e divertente. Quast’anno abbiamo deciso di fare dei segnaposti.

Alberelli di natale con il nome scritto sopra da mettere davanti a ciascun piatto (ne abbiamo fatti 23…siamo in tanti 😀 )

Occorrente: Cartoncino (fogli che si possono comprare o scatole leggere tipo quelle delle merendine), colla vinilica, fili di vari colori (noi abbiamo usato il cordoncino, ma possono andare bene anche fili di lana o cotone o vestiti smessi da buttare tagliati a striscioline), materiale per decorare (perline, pezzi di cartoncino colorato, fili presi da festoni natalizi, glitter e polverine brillanti e chi più ne ha più ne metta), tappi di sughero e pezzi di scatolone grosso.

Preparazione:

L’ALBERELLO: prendete il cartoncino e arrotolatelo su se stesso in modo da creare un cono, incollatelo e tagliatelo in modo che la base sia abbastanza dritta.1Una volta asciutto e ben incollato, preparate poi i fili che intendete utilizzare, infilate due dita nel cono e cominciate a mettere della colla vinilica partendo dalla base:

2

Iniziate quindi ad arrotolarci intorno il filo, avendo cura di non lasciare spazi e aggiungendo la colla man mano che salite.

3

Una volta terminato il cono arrotolando il filo fino alla punta, appoggiate il cono sopra un pezzo di cartone, disegnate la sagoma del cono, tagliate il cartone e incollate la base al cono:

4

La base poi noi la coloriamo generalmente del colore del filo più in basso, o per lo meno di un colore simile.

dovreste ottenre all’incirca questo risultato:

5

IL TRONCO: per il tronco noi abbiamo preso dei tappi di sughero (quelli delle bottiglie di vino usate) e li abbiamo pitturati di marrone, e poi abbiamo tagliato un quadrato di cartone che ci servirà per fare la base del nostro tronco.

IL SEGNAPOSTO: Per mettere il nome abbiamo disegnato delle stelle comete su della carta da pacchi

6che poi verranno applicate sopra il nostro alberello con della colla vinilica e magari mezzo stuzzicadenti per renderle più stabili. 7

Abbiamo colorato la carta da pacchi di giallo, scritto i nomi e poi contornato tutto con dei glitter:

8

E infine abbiamo decorato il nostro alberello e abbiamo incollato le varie parti:

9

Per la decorazione potete sbizzarrirvi, questo lo abbiamo fatto con i fili argentati natalizi e delle stelline argentate, molto semplice ma di effetto!

Ed ecco la serie completa di alberelli:

20141216_171557 20141216_171607

Annunci

Animali fai da te

A volte trovare un modo per far divertire i vostri bambini, soprattutto durante le vacanze, non è facile. Evitare di farli attaccare alla televisione e ai videogiochi è un’impresa a volte titanica. Ecco un modo per distrarli, divertendovi con loro, creando dei piccoli animaletti con cui inventare delle fantastiche storie.

Occorrente: Rotoli di carta igienica (ovviamente senza carta igienica), Pezzi di carta igienica o carta casa, colla vinilica, pezzi di cartone o cartoncino, colori (meglio tempere, ma anche pennarelli o pastelli possono andare bene)

Colorate il rotolo di carta igienica del colore desiderato, una volta scelto l’animale da creare. Con la carta igienica o con la carta casa potete creare le parti dell’animale che volete mettere in evidenza, semplicemente impregnando la carta stessa con la colla e applicandola al rotolo precedentemente colorato (per esempio gli occhi) e con i pezzi di cartoncino create le parti caratteristiche dell’animale. Qui potete vedere un topolino e un coccodrillo fatti in pochissimo tempo con i nipoti di 5/8 anni:

20130826_17391720130826_173930

 

 

 

 

 

 

 

Ovviamente non c’è limite alla fantasia, qui vi propongo delle soluzioni che ho trovato su internet per altri animali, per automobiline e trenini…spazio alla vostra fantasia e creatività 🙂

lavoretto-ape riciclare-rotoli-carta-igienica-620x350 tubi-macchine

Cestini di vimini…senza vimini

Avete presente i cestini di vimini? Quelli intrecciati  che vengono fatti e venduti un po’ dappertutto? Ecco. Io li avevo fatti la prima volta a 8 anni in un centro ricreativo estivo, molto carini e abbastanza semplici da fare, ma il vimini? Il vimini si deve comprare, o si devono trovare i salici da cui viene recuperato…

Però sono tanto belli, e sbirciando qua e là su internet abbiamo trovato una valida alternativa al vimini: i quotidiani vecchi!

Materiale necessario: vecchi quotidiani, 2 dischi di cartone (quello degli scatoloni), colla, tempera, uno stuzzicadenti di quelli lunghi.

Prendete i quotidiani e tagliate i fogli interi a metà (2 pagine di quotidiano praticamente) e poi ancora a metà, in modo da avere per ogni foglio 4 strisce verticali lunghe di carta.

Prendete una delle strisce ottenuta, posizionate lo stuzzicadenti lungo in un angolo e cominciate ad arrotolare la carta, avendo l’accortezza di stringere abbastanza intorno allo stuzzicadenti, e di lasciarne fuori un pezzetto per poterlo poi estrarre.

1

Arrivati alla fine della carta, mettete della colla vinilica sull’ultimo lembo di carta e finite di arrotolare. Togliete lo stuzzicadenti. Dovreste ottenere delle cannucce di carta.

32

Tagliate poi due dischi di cartone della stessa dimensione, Il diametro del disco di cartone determinerà la grandezza della base del vostro cestino.

4

Prendete uno dei dischi di cartone e incollate le cannucce intorno come fossero dei raggi. La distanza delle cannucce deve essere di circa 1 cm e mezzo / 2 l’una dall’altra. Il numero delle cannucce DEVE essere dispari! Una volta incollate mettete ulteriore colla sopra ogni cannuccia e un po’ di colla al centro del disco, e posizionate sopra il secondo disco di cartone, avendo l’accortezza di posizionarlo esattamente sopra l’altro. A questo punto posizionate un peso sopra i dischi di cartone e aspettate 5 minuti in modo che la colla asciughi bene.

5

Una volta asciugata prendete una cannuccia e fissatela in un punto qualsiasi sul perimetro del disco con della colla e poi cominciate ad intrecciarla intorno alle cannucce raggi passando davanti ad una cannuccia e dietro quella successiva, davanti e dietro, e continuando così fino a raggiungere l’altezza desiderata del cestino. Quando la cannuccia termina, prendetene una seconda, infilatela ben bene dentro la prima e continuate ad intrecciare.

6

Una volta raggiunta l’altezza desiderata, tagliate le cannucce verticali all’incirca al doppio dell’altezza del cestino, e poi procedete a fissarle.

Le cannucce che risultano verso l’esterno andranno piegate all’interno e incollate al cestino, quelle che risultano verso l’interno andranno piegate all’esterno, incastrate nell’intreccio ed eventualmente fissate con un po’ di colla.

7 8

Ed ecco finito il vostro cestino di vimini 🙂

Potete poi colorarlo con della tempera, e decorarlo con fettucce, nastrini o altro, a vostro gusto.

911 10

Noi vi proporremo in uno dei prossimi articoli delle decorazioni fatte con le pigne.

Riciclare tutto!

Carta, cartoncino, colla, forbici, nastri di regali ricevuti, borse di carta e plastica, vecchi quotidiani e riviste, tappi di sughero, lampadine bruciate… Non si butta via nulla, e qualunque oggetto di per sè insignificante può diventare un piccolo capolavoro. Fotolia_14455062_S albero fiorato L’unica cosa che serve è un po’ di fantasia, tanta pazienza e soprattutto non arrendersi se i risultati non sono quelli che sperate! Potete creare oggetti economici, idee regalo, e pasti degni di un ristorante di prima classe! Vogliamo proporvi ricette facili ed economiche, spunti interessanti per decorare la vostra casa, far divertire i vostri bambini e fare degli splendidi regali di artigianato “povero”. Pian piano aggiungeremo quello che abbiamo già fatto e le nuove creazioni che abbiamo creato prendendo spunti da internet e dalla nostra fantasia! Alcune cose le abbiamo dovute comprare (ma sempre a prezzi bassi) ma la maggior parte delle cose…arriva dalla spazzatura 🙂